News

angle-left Successo per le imprese italiane alla GIFA
Successo per le imprese italiane alla GIFA
2/07/2019

Si è svolta dal 25 al 29 giugno a Düsseldorf la 14a edizione della GIFA, il più importante appuntamento al mondo dedicato all’eccellenza della tecnologia nel campo della fonderia e della metallurgia, che ha visto la presenza complessiva di 220 aziende italiane.

Amafond, in collaborazione con ICE-Agenzia ha realizzato una collettiva italiana al padiglione 16 e una al padiglione 11, per un totale di 41 aziende.  Al padiglione 16 è stato celebrato l’anniversario dei 500 anni della morte di Leonardo da Vinci tramite la proiezione di un video (gentile concessione del Museo Galileo di Firenze) che simula la realizzazione del Cavallo Sforza in un’unica colata seguendo il progetto pensato da Leonardo ma che non fu mai in grado di realizzare. Inoltre, è stata realizzata un’esposizione di 8 manufatti in ghisa (gentile concessione Museo Italiano della Ghisa, MIG, di Longiano (FC) del periodo 1880-1920.

Il MIG è stato inaugurato nel 2010: un ampio spazio industriale al cui interno si snoda un percorso espositivo costituito da una sessantina di lampioni realizzati da grandi fonderie ottocentesche e firmati, in alcuni casi, da rinomati artisti come Duilio Cambellotti o Ernesto Basile. A questi si aggiungono un centinaio di oggetti che abbellivano, con la loro funzionalità, i luoghi pubblici come panchine, fontane, un’ampia gamma di ringhiere e mensole, oltre a battenti per porta e scansaruote. Parte del percorso espositivo è dedicato a illustrare le fasi della lavorazione della ghisa: dalla creazione del modello alla colata del metallo nelle forme. I manufatti esposti sono di proprietà della Fondazione Neri.

Sempre al padiglione 16, sono stati esposti 4 getti artistici in bronzo. L’autore è il pluripremiato artista contemporaneo Giacinto Bosco, che ha partecipato, fra le varie esposizioni a Expo Belle Arti Lombardia, promosso da Regione Lombardia tramite Vittorio Sgarbi in occasione di Expo 2015.

Al padiglione 11, invece, le protagoniste sono state 7 opere d’arte contemporanea in alluminio realizzate da 7 differenti artisti che hanno in comune la loro partecipazione al Premio Comel.

L'edizione appena conclusa della GIFA è stata un grande successo, in particolare in termini di presenze straniere rispetto all’edizione precedente: il 70% degli espositori provenivano dall’estero (65% nel 2015) e 66% dei visitatori è venuto da Paesi stranieri (62% nel 2015).