News

angle-left AQM festeggia quarant'anni di attività
AQM festeggia quarant'anni di attività
19/07/2022

L'azienda celebra i quattro decenni di attività

AQM ha celebrato il compimento del suo 40esimo anniversario con un articolato main event dal titolo “SEEDING THE FUTURE da 40 anni coltiviamo il futuro”. Fil rouge dell’intera giornata: rendere tangibile la mission aziendale attraverso gli interventi e le testimonianze di soci, partner, clienti, fornitori, istituzioni e testimonials. Sala gremita, oltre 250 partecipanti, per un’iniziativa che ha dato anche il via al programma “AQM & Partners Exibition Year”, che si snoderà fino a luglio 2023, con un’AQM “polo” d’eventi tecnici e iniziative culturali offerti al territorio come “valore aggiunto”.

“Consapevoli che stiamo vivendo un complicato periodo di transizioni epocali – ha spiegato nel suo saluto introduttivo l’ing. Riccardo Trichilo, presidente AQM – il nostro obiettivo deve essere ora guardare al futuro, promuovendo una nuova cultura del fare impresa, su un tessuto affidabile ed equilibrato. E’ necessario gestire le complessità attuali con consapevolezza e sensibilità. Ed ecco, allora, il perché di questa giornata, utile a trasmettere il contributo dato sinora da AQM, ma anche e soprattutto quello che consapevolmente si cercherà di dare in futuro, alla luce dei cambiamenti e della necessità di avviare un ‘nuovo Rinascimento’ inteso come nuova, necessaria dimensione dell’azienda, quella del fare e del vivere l’impresa. Le imprese non dovranno più essere viste come solo vettore economico, ma diventare nuovi poli di cultura, di formazione, di incontro; un nuovo umanesimo industriale, insomma, capace di diffondere e far condividere conoscenze tecnologiche, ma anche umanistiche, da legare con la socialità e il benessere di chi vive in azienda e ci passa buona parte della propria vita”.

A seguire, l’AD Gabriele Ceselin ha dettagliato i “numeri” di AQM, tutti altamente positivi, ripercorrendo le tappe di una crescita senza sosta partita nel lontano 1982 come una sorta di piccola spin-off all’interno della storica ATB di Brescia, con una struttura minima ed essenziale (alcuni dipendenti, 14 soci e l’equivalente di 345mila euro di fatturato). "Oggi - ha spiegato - grazie a felici intuizioni, applicazioni, lavoro incessante, grazie alla continua crescita dei suoi asset operativi, e dopo il ‘salto quantico’ con il trasferimento nella sede di Provaglio d’Iseo, è diventata punto di riferimento nazionale ed internazionale, con più di 11mila clienti, oltre 180 soci, 56 dipendenti e oltre 6 milioni di euro di fatturato l’anno”. Ceselin ha poi sottolineato la caratteristica principale dell’azienda: essere una no-profit, non distribuire quindi gli utili tra i soci, ma reinvestirli, e dunque – ha chiarito – “avere una vocazione particolare e specifica che la colloca, già di principio, su un piano differente e per cosi dire più ‘alto’: un piano che deve tenere sempre ben presente questo suo profilo strutturale, che è di impresa, certo, ma anche sociale, ‘etico’, di responsabilità collettiva e di interesse, appunto, comune e ‘pubblico’. Insomma, non il business per il business, ma l’attività di servizio fornita con imparzialità e affidabilità. Il vero valore aggiunto di AQM non sta solo nelle attrezzature tecniche avanzate, nelle apprezzabili infrastrutture o nelle attività economiche ma, fondamentalmente, nelle competenze e capacità professionali del suo personale, messe al servizio del territorio e del sistema-paese”.

Dopo i saluti dei vertici aziendali, di grande interesse e coinvolgimento le due tavole rotonde moderate dalla giornalista del Tg2 Olimpia Mignosi, sui temi del “Futuro come sfida e opportunità: direttive di sostenibilità” (ospiti Valerio Rossi Albertini, divulgatore scientifico e ricercatore del Cnr; Gianluca Sgueo, professore a Sciences Po, Istituto di Studi Politici di Parigi, e consulente del ministro Riccardo Colao; Lello Naso, inviato de Il Sole 24 Ore) e del “Capitale umano e tecnologia come fattori abilitanti” (ospiti Ezio Fregnan - Comau Academy & Education Busines Director; Vito Chinellato - Principal di VC Consulting, già Country Manager di EOS; Stefano Trabucchi - maestro liutaio, presidente Confartigianato Liutai Cremona).

L’evento è poi proseguito con le testimonianze di istituzioni e aziende partner sul ruolo di AQM ed il valore delle collaborazioni, la premiazione di collaboratori e consiglieri con più di 15 anni in azienda, le visite ai laboratori e con la presentazione della spettacolare mostra “Il colore del metallo” realizzata con Academ-Group/Academ editore e Rainbow.
“La mostra – ha spiegato Trichilo - indubbiamente originale e di alto spessore, apre la nostra attività aziendale ad una dimensione culturale che allarga gli orizzonti oltre quelli standard, invitando a riflettere nel confronto diretto, creativo e rigenerativo con le idee, le intuizioni e le ‘ragioni’ dell’arte, indagando sulla ‘dignità’ del metallo, elemento peraltro così importante per l’economia e la storia del territorio bresciano”.
Una mostra allestita non per divertissement – ha chiarito Ceselin – ma per offrire una qualificata parentesi culturale, poter ragionare, riflettere ed ‘ispirarsi’. Pensando al metallo, la nostra mente evoca colorazioni fredde, brillanti o opache. Questa esposizione svela e rivela originalmente, e direi fantasticamente, invece, quanto ‘colore’ sia capace di esprimere, quanto respiro, luce e riflessi possano animarlo passando dall’occhio velocemente al cuore, offrendoci magnifiche composizioni e ‘visioni’”.

A completamento l’AQM & Partners Exibition con la presenza delle aziende che hanno sostenuto l’iniziativa: ASONEXT SPA, GILARDONI X-RAY AND ULTRASOUNDS, LA LEONESSA, OMR AUTOMOTIVE, OMFB HYDRAULIC COMPONENTS, PASELLO TRATTAMENTI TERMICI SRL, SEAMTHESIS SRL, STREPARAVA S.P.A TAMBURINI GROUP, COMAU, CSMT INNOVATIVE CONTAMINATION HUB, IIS - ISTITUTO ITALIANO DELLA SALDATURA, WENZEL ITALIA S.R.L., ADECCO, BONTEMPI IMPIANTI S.R.L., CSB SOFTWARE & SOLUTIONS SRL, DELTA FLUX, ELETTRICA FABER S.R.L., GI GROUP, HEF GROUPE, MYNET, CREAFORM, PETROFER, SMARTNDT, ZEISS GROUP, INSTRON, L&T ADVISORS, STUDIO TECNICO ASSOCIATO ING. MERLINI, TECNOSTRUMENTI E TERRE D'AENÒR.