News

angle-left Si allarga il perimetro di attività di SPM Pressofusione
Si allarga il perimetro di attività di SPM Pressofusione
fonderie italiane
25/06/2021

Il gruppo Riri, che controlla l'azienda, ha acquisito la toscana Amon

Il gruppo Riri, che controlla la fonderia di Palazzolo sull'Oglio, in provincia di Brescia, acquisisce la toscana Amon, che realizza bigiotteria e accessori per calzature e abbigliamento. Lo riporta il Giornale di Brescia, che sottolinea come, grazie all'ampliamento del raggio d'azione del gruppo, Spm diventerà sempre più centro di eccellenza per la realizzazione di stampi e l'attività di pressocolata

L'azienda palazzolese - entrata in Riri nel gennaio 2018 dopo una collaborazione avviata nel 1998 - era stata fondata nel novembre del 1983, nascendo come officina meccanica specializzata nella realizzazione di parti di ricambio e macchine per la fabbricazione di chiusure lampo; negli anni si è poi convertita alla produzione di particolari pressocolati in zama e il core business è oggi rappresentato dai particolari per chiusure lampo (tiretti prima e successivamente cursori) dopo che il know-how della componente meccanica si era successivamente specializzato con un reparto per la produzione interna di stampi come punto di forza aprendo ulteriormente il mercato e avvicinando contestualmente l'azienda bresciana al gruppo elvetico Riri.

"La nuova acquisizione - ha spiegato al Giornale di Brescia il ceo di Riri, Renato Usoni - rientra in una strategia corporate volta ad aumentare le nostre dimensioni, il range di prodotti e le competenze tecniche necessarie a rispondere rapidamente alle esigenze del mercato, continuando a garantire i più alti standard qualitativi, naturalmente in continuità con la tradizione artigianale e manifatturiera dell'azienda, inestimabile patrimonio del made in Italy".