News

angle-left Storage audit: accumulare energia elettrica per migliorare le performance aziendali
Storage audit: accumulare energia elettrica per migliorare le performance aziendali
energia contenuto sponsorizzato
27/10/2022

La trasformazione radicale del settore elettrico degli ultimi anni ha visto una importante crescita degli impianti di produzione da Fonti Rinnovabili Non Programmabili (FRNP), con la conseguente dismissione di parte di quelli convenzionali, in grado di fornire i servizi di regolazione necessari ad assicurare l’esercizio in sicurezza del sistema.

È già oggi evidente, ma lo diventerà sempre di più negli scenari futuri, che questa evoluzione determina condizioni di forte criticità per la sicurezza del sistema elettrico nazionale, la cui gestione richiede una serie di azioni da parte di Terna. Tra queste, Terna ha avviato un processo di progressiva apertura del Mercato dei Servizi di Dispacciamento (MSD) a nuove tipologie di risorse, includendo sistemi di accumulo, domanda e generazione distribuita, attraverso progetti pilota. Queste innovazioni puntano a incrementare le risorse disponibili a fornire servizi di rete, sperimentare nuove modalità di remunerazione e testare nuove forme di approvvigionamento a termine delle risorse.

Per le aziende produttive è importante verificare la possibilità di partecipazione ai progetti pilota e lo storage audit fornito da Energy Team può dare un’indicazione precisa per l’implementazione di un sistema di accumulo in configurazione stand-alone oppure in relazione agli impianti esistenti, siano essi impianti di produzione o di consumo. Lo storage audit è quindi un’analisi tecnico economica che prende in considerazione sia i benefici per lo stabilimento sia i guadagni attraverso i servizi alla rete.

Un sistema di storage o sistema di accumulo è un impianto elettrico connesso ad una rete in grado di assorbire energia dalla rete alla quale è connesso, accumulare questa energia internamente e successivamente rilasciare in rete l’energia accumulata. Nel caso di un sistema di accumulo elettrochimico, comprende il sottosistema delle batterie e dei loro sistemi di controllo (Battery Management System, BMS), il sottosistema di conversione dell’energia comprensivi dei convertitori DC/AC (inverter) e dei trasformatori BT/MT ed i sistemi di protezione, manovra e sezionamento necessari all’integrazione con la rete MT alla quale è connesso.

I vantaggi dello storage audit per l’azienda, sono molteplici e iniziano proprio dallo stabilimento, con interventi di peak shaving per garantire maggiore flessibilità nella gestione dei carichi grazie alla compensazione della batteria e di load shifting per ridurre gli oneri derivanti dal Capacity Market con un’azione attiva durante le ore di picco. Un sistema di accumulo può anche garantire all’azienda un aumento dell’autoconsumo qualora siano disponibili unità di produzione da fonti rinnovabili non programmabili.

Per quanto riguarda invece i servizi alla rete, un sistema di accumulo può dare accesso alla partecipazione al MGP (Mercato del Giorno Prima), che ospita la maggior parte delle transazioni di compravendita di energia elettrica e al MSD (Mercato dei Servizi di Dispacciamento - riserva secondaria e terziaria di frequenza) tramite eventualmente, il progetto UVAM.

Il servizio di storage audit proposto da Energy Team si compone di 4 fasi principali:

SOPRALLUOGO E FATTIBILITÀ TECNICA:

  1. Verifica ingombri dei container
  2. Esame stato delle cabine e spazio elettrico
  3. Misura distanze tra container e punto di connessione con la rete
  4. Verifica eventuali criticità impiantistiche

FASE DI ANALISI:

  1. Individuazione degli aspetti specifici della realtà in analisi utili per la modellizzazione del sistema oggetto dell’analisi
  2. Consulenza strategica regolatoria
  3. Monitoraggio dei mercati delle commodities di interesse

FASE DI SIMULAZIONE:

  1. Raccolta dati
  2. Definizione degli scenari di analisi
  3. Implementazione tramite Microgrid Simulator, il software di simulazione delle microreti integrate con la rete elettrica e le condizioni del sistema elettrico italiano

PRESENTAZIONE DEI RISULTATI:

  1. Capex, Opex, modalità di funzionamento attesa per ciascun scenario, condivisi dal tavolo di lavoro
  2. IRR semplice
  3. Eventuali sensitivities per alcuni scenari identificati
  4. Commenti al risultato possibile
  5. Strategie di mitigazione del rischio

L’esperienza di Energy Team, con oltre 25 anni di presenza nel mercato dell’energia e professionisti dedicati, la rendono il partner ideale per gli audit della tua azienda.

Contatti: info@energyteam.it