News

angle-left Ariotti al Sole 24 Ore: "Blockchain di sostenibilità per le fonderie"
Ariotti al Sole 24 Ore: "Blockchain di sostenibilità per le fonderie"
16/10/2020

In un'intervista rilasciata a Il Sole 24 Ore a commento dei dati emersi dall'ultima analisi congiunturale realizzata dal Centro Studi di Assofond, il presidente Roberto Ariotti, ha sottolineato ancora una volta l'importanza che la sostenibilità riveste per le fonderie italiane, e la necessità di trovare il modo di certificare la sostenibilità del processo produttivo che contraddistingue le imprese italiane ed europee nei confronti del resto del mondo: «Le fonderie sono dei formidabili facilitatori della transizione verso un sistema economico più sostenibile, dato che realizziamo, fra l'altro, componenti, indispensabili per produrre energia rinnovabile, o per mettere sul mercato mezzi di trasporto meno inquinanti, il tutto utilizzando in larga parte materiali riciclati. Ora dobbiamo trovare una strada per certificarlo - spiega Ariotti - magari con sistemi legati alla blockchain, o sfruttando un rfid, un qrcode: qualcosa che permetta di risalire a monte lungo la catena dei componenti, per esemplo di un'automobile, e testimoni che quel disco freno, quel supporto di una sospensione è stato realizzato con energie rinnovabili, tutelando i lavoratori, nel rispetto dei controlli sulla radioattività».

Proprio le tematiche legate alla transizione sostenibile, del resto, sono uno dei capisaldi delle indicazioni che Assofond, in rappresentanza delle fonderie italiane, ha indirizzato al governo impegnato nella redazione della proposta da inviare all'Europa per l'utilizzo dei fondi del piano Next Generation EU: «Gli altri sono l'innovazione, con un piano volto ad accelerare la trasformazione digitale della nostra industria, e la formazione, perché alle imprese serve e servirà sempre di più nuovo personale con solide competenze tecniche e risorse per riqualificare quello già attivo in azienda».