News

angle-left Produzione macchine utensili: Ucimu prevede -34,6% nel 2020
Produzione macchine utensili: Ucimu prevede -34,6% nel 2020
2/10/2020

Nel 2020 la produzione di macchine utensili potrebbe calare del 34,6% a quota 3.850 milioni di euro. L'export scenderà del 27,2% a 2.450 milioni di euro.
Sono le stime elaborate del Centro studi & cultura di Impresa di Ucimu e presentate nel corso dell'assemblea dell'associazione di Confindustria, svoltasi il 1 ottobre 2020. Nel 2019, invece, la produzione si era attestata a 5.890 milioni di euro (-3,8%).
Buone invece le previsioni per il 2021, che vedono una decisa ripresa degli investimenti. Nel 2021 in Italia il consumo di macchine utensili tornerà a crescere a 3.111 milioni di euro, in crescita del 38,2% rispetto al 2020.

L'assemblea di Ucimu ha anche designato come nuovo presidente Barbara Colombo, che sostituisce Massimo Carboniero, giunto al termine del suo mandato.
Barbara Colombo è laureata in Economia aziendale presso l'Università Luigi Bocconi di Milano e ha conseguito il Master in Corporate Finance di Sda Bocconi. È amministratore delegato di Ficep Spa, azienda di famiglia alla terza generazione, attiva nella produzione di macchine utensili per lavorare i profili di acciaio e la lamiera e per lo stampaggio a caldo.